Antonio Egas Moniz

Antonio Egas Moniz (1874-1955) 1 è stato un neurologo portoghese pionieristico che è notevole nella storia della radiologia per il suo sviluppo di angiografia cerebrale nel 1927.

È anche conosciuto come lo sviluppatore della leucotomia prefrontale (ora meglio conosciuta come lobotomia) per la quale ha ricevuto un premio Nobel nel 1949 (condiviso con il fisiologo svizzero Walter Rudolf Hess (1881-1973) 1 per il suo lavoro sulla neurofisiologia del diencefalo e il suo ruolo nel controllo autonomo degli organi).

Primi anni di vita

Nacque il 19 novembre 1874 ad Avanca, sulla costa settentrionale del Portogallo, nelle proprietà ancestrali della sua famiglia. Fu battezzato Antonio Caetano de Abreu Freire. Quando era più grande il suo padrino, gli ha dato il nome Egas Moniz, dopo un famoso patrizio portoghese, che una volta aveva insegnato il re del Portogallo 2.

Ha studiato medicina presso l’Università di Coimbra, la più antica università del Portogallo. In seguito è andato in Francia per la formazione post-laurea in neurologia e psichiatria. Tornò a casa nel 1911 per dirigere il nuovo dipartimento di neurologia presso l’Università di Lisbona. Vi rimase fino al suo pensionamento nel 1944.

Sviluppo dell’angiografia cerebrale

Nel 1926 iniziò i suoi esperimenti sull’angiografia cerebrale e presentò i risultati in una conferenza a Parigi nel 1927. Fu la prima persona a visualizzare i vasi del cervello usando mezzi di contrasto iniettati, chiave per lo sviluppo dell’angiografia cerebrale. Le sue scelte iniziali di mezzi di contrasto, litio e bromuro di stronzio, sono stati entrambi trovati inadatti a causa della tossicità, che ha portato alla morte di un paziente. La sua prima angiografia cerebrale di successo è stata con una soluzione al 25% di ioduro di sodio come agente di contrasto. Fu aiutato nella sua ricerca da Pedro Almeida Lima (1903-1985), il fondatore della neurochirurgia portoghese 2,4.

Pubblicò due libri sull’angiografia cerebrale nel 1938 e nel 1940.

Vita successiva

Moniz è stato un brillante polymath con interessi che vanno dalla matematica, storia, musica, pittura e scrittura, alla politica.

Fu uno scrittore, oratore e ebbe una carriera politica distinta oltre la medicina, servendo come deputato dal 1900 e come ambasciatore del Portogallo in Spagna. Si ritirò dalla politica all’età di 51 anni (nel 1925) al fine di perseguire più pienamente la ricerca in neurologia 2. Oltre all’angiografia cerebrale, i suoi principali interessi di ricerca erano nella malattia di Parkinson, nella neurologia del trauma da battaglia e nella neurologia clinica.

Morì il 13 dicembre 1955, all’età di 81 anni, per una catastrofica emorragia addominale.

Eredità

  • lavoro pionieristico sull’angiografia cerebrale
  • Museo e collezione d’arte Egas Moniz
  • numerosi libri tra cui scritti autobiografici
  • contributi politici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.