Cara Erica, Mamma anziana indigente con debito di carta di credito

Cara Erica,

Mia mamma ha 77 anni. Vive in un appartamento con una camera da letto e non ha beni (nessuna auto a suo nome, nessuna IRA, nessuna azione, nessun reddito di pensione, assolutamente nulla). Vive interamente dal suo assegno di previdenza sociale ogni mese. Tuttavia, è riuscita a accumulare circa $15.000 su una carta di credito che non può più pagare. Non ha più risparmi.

Ho consultato un avvocato fallimentare e mi ha suggerito di smettere di pagare il creditore, dato che non ha più soldi. Ha anche raccomandato di mantenere i suoi soldi di sicurezza sociale in un conto separato da qualsiasi denaro che noi bambini le diamo perché i creditori non possono toccare un account che ha solo reddito di sicurezza sociale. Io e mio fratello abbiamo la procura su mia madre, dato che mia madre ha perso l’udito. Non ha un telefono, quindi non può essere molestata, e l’unico contatto che il creditore ha attualmente è il suo indirizzo postale.

La mia preoccupazione ora è quello che dovrei fare. Non voglio che mia madre venga portata in tribunale, dato che ha un’insufficienza cardiaca congestizia, e non voglio che una cosa del genere la sconvolga. Il debito della sua carta di credito non e ‘ ancora entrato in riscossione. Dovrei chiamare l’avvocato e assumerlo per trattare con i creditori? Non sono sicuro di come pagheremo per questo, ma se dobbiamo, troveremo un modo. Dovrei negoziare qualcosa con le società di carte di credito per cancellare parte del debito? Posso offrire solo una piccola somma del mio denaro. Dovrei aspettare che il debito vada alle collezioni?

Ciao Dan,

Che situazione terribile questa è stata per te e il resto dei tuoi fratelli. E ‘ quindi per me un grande piacere essere in grado di alleviare le vostre preoccupazioni.

L’avvocato con cui hai parlato sembra di qualità, perché non ha inutilmente spinto i suoi servizi. Piuttosto, ti ha dato le informazioni di cui avevi bisogno in modo da poter gestire questo da solo. Senza specificarlo specificamente, ti stava informando che tua madre è a prova di giudizio. Quindi probabilmente non hai bisogno di assumere una rappresentanza legale costosa.

Per essere chiari, a prova di giudizio non significa che tua madre non possa essere citata in giudizio per l’equilibrio che ha accumulato. Se lei o qualcun altro non paga il conto, il creditore potrebbe benissimo girarlo ai suoi avvocati. Tuttavia, se decide di intraprendere tale azione, sarebbe uno spreco di tempo e risorse. Anche se il creditore ha vinto il caso ed è stato concesso un giudizio, la raccolta sarebbe difficile se non impossibile perché tua madre non ha nulla.

Come ha spiegato l’avvocato, tua madre non ha proprietà che un creditore è autorizzato a prendere in questo momento ed è altamente improbabile che ottenga tali proprietà in futuro. Se lei ha un lavoro, il suo creditore potrebbe essere in grado di guarnire i suoi salari, in modo che parte del suo reddito sarebbe deviato al suo creditore fino a quando il debito è pagato per intero. O se avesse fondi significativi in banca che non erano derivati da prestazioni di sicurezza sociale, un creditore potrebbe scavare in quelli con un prelievo. Essenzialmente, una causa non farebbe nulla di positivo per il creditore e nulla di negativo per tua madre.

Quindi cosa dovresti fare ora? Beh, tua madre ha speso una somma considerevole, e deve essere stata su almeno alcuni oggetti tangibili. Scopri se lei o si può restituire qualsiasi della merce in modo che il conto può essere ri-accreditato e il saldo ridotto almeno un po’. O tenere una vendita di fuoco e inviare il ricavato alla società di carta di credito. Se nessuno dei due è un’opzione, così sia. La banca potrebbe dover accettare la sua perdita.

In entrambi i casi, contattare il creditore e fargli sapere cosa sta succedendo. Dato che hai la procura, puoi parlare a nome di tua madre. Lascia che il creditore sappia che tua madre non ha i mezzi per ripagare completamente il suo debito, ma che la stai aiutando a fare del suo meglio. Farli chiudere o sospendere l’uso della carta.

Ti ammiro per la cura così profondamente e che vogliono aiutare la tua mamma attraverso questo pasticcio. Ma prendere il cuore che non sei né moralmente né legalmente responsabile per il debito della carta di credito di un’altra persona e che include il debito di un genitore.

Erica Sandberg è un’esperta di finanza al consumo e giornalista. Ha condotto e prodotto molti programmi finanziari, tra cui il suo podcast, ” Adventures With Money.”Il suo libro” Expecting Money: The Essential Financial Plan for New and Growing Families ” è stato pubblicato nel 2008 e l’edizione 2017 è ora disponibile. Erica è il residente on-camera money and credit authority per KRON-4 Notizie. Ha conseguito un certificato in pianificazione finanziaria e ha trascorso 10 anni con il servizio di consulenza di credito al consumo di San Francisco, prima come consulente di bilancio e debito e poi come portavoce dell’agenzia.

Le opinioni espresse sono le opinioni personali dell’autore e non rappresentano le opinioni della National Foundation for Credit Counseling, dei suoi dipendenti, dei suoi membri o dei suoi clienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.