Come divento come ENFP sotto stress

ENFPs, secondo la letteratura classica MBTI sono stati descritti come entusiasta, curioso, investigativo, ottimista, amichevole e molti altri termini positivi. Tuttavia, nessun essere umano può rimanere in quello stato per sempre…. Semplicemente non sarebbe realistico per non dire altro. In particolare per ENFPs, è abbastanza ben stabilito che i loro alti emotivi possono essere molto alti e positivi mentre i loro bassi possono andare verso l’estremo opposto.

Nel mio ultimo articolo, ho descritto lo stato di flusso che ENFPs raggiunge….e ammettiamolo: è un posto davvero incantevole in cui stare. Per contrastare questo, voglio discutere di cosa vuol dire essere all’estremità opposta delle cose: quando ENFP si sente altamente intrappolato, depresso, bloccato in un solco, ecc. Certo, questo stato si verifica in tutti i tipi e, di conseguenza, sarebbe prezioso generare un senso di ciò che gli ENFP attraversano specificamente quando si sentono come se il mondo li stesse trascinando verso il basso, e semplicemente non sanno come affrontare in modo produttivo questi tempi difficili.

All’interno del quadro neojungiano, tale stato è stato descritto per tutti i tipi quando la loro energia e motivazione raggiungono un punto basso e allo stesso modo, quando la loro ansia e lo stress li inondano. Questo stato è chiamato sottotipo ‘Rivale’e rappresenta l’opposto polare come sottotipo flow/’ Eroe’.

Di conseguenza, lo stato “Rivale” è rappresentato dalle quattro lettere opposte (basate sulle dicotomie Myers-Briggs). Per ENFPs, questo stato è significato dal codice ISTJ, e in particolare quegli aspetti di ISTJ che sono comunemente repressi da ENFPs. (Naturalmente,’ Hero ‘ ISTJ conterrà i componenti più costruttivi e simili al flusso dalle Intelligenze ISTJ. Questo è diverso da ciò che è descritto in questo articolo).

Quindi com’è per me nel mio sottotipo ‘Rivale’?

La tipologia neojungiana ha identificato sei Intelligenze associate all’ISTJ. Sono È, ESSO, IJ, ST, SJ, e TJ. Nello stesso modo in cui ho descritto il mio sottotipo di flusso (come rappresentante ENFP) usando determinate Intelligenze nel mio precedente articolo, qui descriverò il mio unico stato ‘Rivale’/’in-the-grip’.

IT-Critical Intelligence

Tendo a valorizzare un’atmosfera altamente armoniosa, aperta e amichevole (che è significata da EF Intelligence). Tuttavia, quando divento in-the-grip del sottotipo rivale, posso improvvisamente passare a una persona molto esigente, scrutare, iper-critica e ipercalcolante. Mi sento come se avessi completamente perso la mia tolleranza e improvvisamente diventato molto meschino per gli altri. Posso iniziare a sopportare silenziosamente rancori contro le persone con cui mi sentivo positivamente associato.

Mi sembra di entrare in una nuvola oscura di rabbia, freddezza, risentimento e rimuginazione mentre comincio a sentirmi disconnesso con gli altri e come se fosse “me stesso contro il mondo”. Posso facilmente incanalare l’energia di Darth Vader mentre sono in questo stato, e ho la “Marcia imperiale” che suona come musica di sottofondo nella mia testa.

Entro anche in uno stato altamente antisociale, dove divento il know-it-all che può lamentarsi dell’ignoranza generale di quelli con uno stile più morbido o addirittura politicamente corretto. Se qualcosa non è logicamente coerente, spesso lo rifiuto come qualcosa di “qualità inferiore”. Questo spesso vola completamente di fronte al mio stile più accettante (specialmente quando mi trovo in un sottotipo “Eroe” più pieno di equanimità.

Trovo che questo stato sia davvero difficile da affrontare, specialmente quando so che generalmente ho molta bontà, benevolenza e compassione, e mi addolora notevolmente essere in uno stato così oppositivo, anche per il più breve periodo di tempo.

IS – Historical Intelligence

Come affermato nel mio precedente articolo, tendo a valorizzare un luogo di profonda interpretazione degli eventi nel qui e ora (EN). Questo mi permette di osservare ciò che sta accadendo intorno a me e di interpretare gli eventi (misteri, enigmi, ecc.) alla luce di eventuali indizi visibili, suggerimenti, ecc. Tuttavia, quando entro nella modalità “Intelligenza storica”, il dinamismo che si verifica con l’indagine attiva e l’interpretazione di un argomento viene sostituito dalla sua conservazione e conservazione. Diventa facile prendere le cose come date all’interno di questo particolare dominio e approvarle e sostenerle ciecamente come se fossero Verità Divine.

Quando entro in questa modalità, mi sento come un ingranaggio minuscolo all’interno della macchina più grande, e mi sento come se non avessi voce per influenzare il cambiamento. Qualunque cosa mi capita di credere in un’area che devo seguire / obbedire per il resto dell’eternità, e non c’è motivo di cambiare improvvisamente il modo in cui mi sento al riguardo. E ‘quello che e’. Sento che l’accettazione cieca durante il corso (anche se la nave affonda) è una grande parte di questo stato. Senza dubbio mi priva dell’opportunità di acquisire consapevolezza di qualsiasi nuova intuizione intorno a me, e mi pone in uno stato di consapevolezza molto cullato e non ispirato.

SJ – Organization Intelligence

In generale, apprezzo molto essere in uno spazio in cui “tutto può accadere” e che ci sono una miriade di modi per associare più elementi. Per me, questo porta una certa libertà e uno stato di gioco creativo tra tutti i tipi di possibilità emergenti. Tutto questo è un prodotto dell’intelligenza NP. Tuttavia, abitare l ‘”Intelligenza organizzativa” significa abbandonare la qualità associativa a flusso libero e dedicare più tempo all’iper-concentrarsi esclusivamente sul singolo elemento o dettaglio di fronte a me….Ho punteggiato le mie I e incrociato le mie T? Ho chiuso a chiave la porta quando sono uscito di casa? Ho dimenticato il passaporto o il portafoglio a casa dopo essere partito per l’aeroporto, quando sono già estremamente in ritardo per il mio volo?

All’interno di questa Intelligenza, sono spesso ignaro della miriade di possibilità che possono esistere in questo momento. Allo stesso tempo, mi sento essenzialmente costretto (spesso da influenze esterne) ad entrare in un unico percorso: uno che comunemente può farmi sentire derubato della libertà che la scelta spesso porta.

Qui posso spesso andare in analisi-paralisi, poiché posso in gran parte soffermarmi per ore alla volta su un particolare argomento che mi riguarda, senza un modo semplice per scuotere le cose quanto basta per creare spazio tra me e quell’argomento inquietante. Stuckness può facilmente collocarmi in questa modalità, dove sento di essere a miglia di distanza dal cielo blu che la libertà e le opzioni evocano. Ecco, il cielo mi sembra tutto grigio.

TJ – Systems Intelligence

In generale, valuterò il tipo di diversità umanistica e interpersonale, dove attingerò alle prospettive e alle opinioni di molte persone per avere un senso maggiore di dove ognuno proviene (FP). Tuttavia, quando nel sottotipo “Rivale”, c’è una prospettiva e una sola prospettiva: in particolare, quella che efficacemente e impersonalmente ottiene il lavoro fatto.

In modalità TJ, miro al blunt, all’hardcore e alla pura e semplice verità. Ammiro le persone che” raccontano così com’è ” e mi propongo di fare lo stesso in modo altamente diretto.

Di solito, quando sono in questa modalità, è perché sto mirando a risolvere problemi per uscire da una marmellata o da una crisi in cui mi sono trovato. Non sono certamente in nessuna modalità casual/rilassata quando questo sta avvenendo. Voglio semplicemente una risposta diretta o una guida diretta da qualche figura di autorità su come posso porre rimedio alla mia situazione attuale. La citazione di Robert Frost, “La migliore via d’uscita è sempre attraverso” non potrebbe essere più vera in questo momento, e applicherò la mia o la logica diretta di un altro verso il forzare la mia strada attraverso qualsiasi cosa che blocchi il mio percorso.

IJ – Il temperamento del leader

Tipicamente (nello stato “Eroe”), apprezzo un ritmo altamente pronto alla risposta (EP) che può adattarsi secondo necessità a qualsiasi situazione possa sorgere. Tuttavia, quando entro nel sottotipo “Rivale”, passo a una modalità altamente deliberata e faticosa.

Mi sento troppo sicuro di una soluzione o di un percorso che deve accadere, e sono disposto a rimanere saldo in una battaglia a lungo termine (se necessario) per sostenerlo fino alla fine. Questo potrebbe isolarmi o alienarmi, e sono completamente consapevole che potrebbero esserci conseguenze significative per rimanere in rotta in una tale battaglia (che forse non posso vincere). Tuttavia, come “leader individualista” (sotto forte stress e ansia interna), riconosco che non ci sono troppe soluzioni alternative per migliorare la mia vita nel momento immediato (almeno dal mio attuale punto di vista), ed è meglio persistere a lungo termine senza che nessuno mi dica cosa fare.

Molto spesso, la disperazione è il driver di questo particolare stato, e questo può essere il miglior ultimo sforzo che posso fare sulla scia di una realtà altamente desolante.

ST – Il pragmatico

Come descritto nel mio ultimo articolo, preferirei rimanere in uno stato di apertura idealistica alle possibilità, alle relazioni e ai valori (NF). Tuttavia, in questo stato ‘Rivale’, un focus più pragmatico e iper-realistico entra in primo piano.

Divento un forte credente che devi “incontrare il problema a livello del problema”, e che le soluzioni metafisiche, spirituali o qualsiasi “torta nel cielo” semplicemente non funzioneranno quando hai a che fare con problemi concreti giorno per giorno. Divento più scettico di sentimenti, visioni e possibilità più elevate e preferirei avere un approccio altamente diretto, dettagliato e mirato alla risoluzione dei problemi principali.

Allo stesso tempo, va notato che il mio morale e la mia eccitazione sono sostanzialmente diminuiti, e tutto diventa uno scenario peggiore per risolvere attivamente con metodi di buon senso. Nient’altro farà. Diventa quasi impossibile affascinarmi e farmi sorridere, ridere, ecc.

Semplicemente non voglio affrontare emozioni/sentimenti morbidi o con qualsiasi misura di falso idealismo o ottimismo che in questo stato mi deluderà quasi sempre. Voglio solo la verità hardcore, dannazione! E sì, tutta la verità e nient’altro che la verità. Tutto il resto è completo e completo BS!

‘ Eroe ‘e’Rivale’….Un gioco di opposti

Il netto contrasto tra questo stato ‘Rivale’ e il sottotipo ‘Eroe’ dovrebbe essere abbastanza evidente, come l’ho descritto. Infatti, come detto sopra, questi due stati sono rappresentati da tipi opposti (che si traducono in energie opposte). Uno rappresenta la nostra luce e l’altro, la nostra oscurità. Riconoscere sia la nostra luce che il nostro buio ci aiuterà in una consapevolezza generale della gamma di atteggiamenti e comportamenti che possiamo facilmente esibire.

La dicotomia Eroe-Rivale rappresenta un insieme di archetipi opposti che è stato descritto nella tipologia neojungiana. Tuttavia, non è l’unico set che abbiamo. Si può potenzialmente affermare che abbiamo un numero infinito di poli opposti all’interno della psiche. Tuttavia, all’interno di questa particolare tipologia, sono state chiarite altre tre serie di punti di vista opposti. Uno di questi tre set, la dicotomia Mentore-Sidekick, sarà esplorato il prossimo…

19 Azioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.