EUHEMERUS di Messene

“per Quanto riguarda gli dèi, allora, gli uomini dei tempi antichi ci hanno tramandato alle generazioni successive due concezioni diverse: Alcuni degli dei, si dice, sono eterno e imperituro, come il sole e la luna e le altre stelle del cielo, e il vento così e quant’altro possiede una natura simile a loro; per ciascuno di essi la genesi e la durata sono da sempre e per sempre. Ma gli altri dei, ci viene detto, erano esseri terrestri che raggiunsero l’onore e la fama immortali a causa delle loro benefazioni all’umanità, come Eracle, Dioniso, Aristeo e gli altri che erano come loro…
Ora Euhemerus, che era un amico di re Cassandro e gli fu richiesto di svolgere alcuni affari di stato e di fare grandi viaggi all’estero, dice che viaggiò verso sud fino all’oceano; per salpare dall’Arabia viaggiò attraverso l’oceano per un numero considerevole di giorni e fu portato sulla riva di alcune isole del mare, una delle quali portava il nome di Panachaea. Su quest’isola vide i Panachei che vi dimorano, che eccellono nella pietà e onorano gli dei con i più magnifici sacrifici e con notevoli offerte votive d’argento e d’oro…. C’è anche sull’isola, situata su una collina estremamente alta, un santuario di Zeus, che è stato stabilito da lui durante il tempo in cui era re di tutto il mondo abitato ed era ancora in compagnia di uomini. E nel tempio c’è una stele d’oro su cui è incisa in sintesi, nella scrittura impiegata dai Panchei, le gesta di Ouranos e Kronos e Zeus.
Euhemerus continua dicendo che Ouranos fu il primo ad essere re, che era un uomo onorevole e benefico, che era esperto nel movimento delle stelle, e che fu anche il primo ad onorare gli dei dei cieli con sacrifici, da cui fu chiamato Ouranos, o “Cielo”. Gli nacquero dalla moglie Hestia due figli, Titano e Crono, e due figlie, Rea e Demetra. Crono divenne re dopo Ouranos, e, sposando Rea, generò Zeus ed Era e Poseidone. Zeus, succeduto al regno, sposò Hera e Demetra e Themis, e da loro ebbe figli: i Kouretes dal primo nome; Persefone dal secondo; e Atena dal terzo. E andando a Babilonia fu intrattenuto da Belo, e dopo di ciò andò sull’isola di Panchea, che si trova nell’oceano, e qui eresse un altare a Ouranos, il fondatore della sua famiglia. Da lì passò attraverso la Siria,… e venendo in Cilicia conquistò in battaglia Cilix, il governatore della regione, e visitò moltissime altre nazioni, tutte le quali gli rendevano onore e lo proclamavano pubblicamente un dio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.