Eusthenopteron

  • Osteolepiforms |
  • Callistiopterus

Dal 1879, non meno di 3000 esemplari di Eusthenopteron foordi sono stati scavati dalle rocce sedimentarie del Miguasha scogliere, rendendo questa una delle specie più comuni nella formazione.Ricostruzione di Eusthenopteron foordiIngrandimento (28 kb) L’abbondanza e l’eccellente conservazione di tanti esemplari di questo antico pesce hanno permesso numerosi studi, portando a un livello di riconoscimento e fama che di solito si vede solo per le specie viventi.
Eusthenopteron foordimagnifying (44 kb)Conosciuto in tutto il mondo, Eusthenopteron è talvolta chiamato “il pesce con le zampe”, riflettendo quanto le sue ossa delle pinne siano simili a quelle dei tetrapodi. Altri tratti che lo legano strettamente ai tetrapodi sono i denti labirintodonti (denti con fogli di dentina piegati), caratteristici dei tetrapodi primitivi, e la presenza di un choana nel palato, che permetteva ai tetrapodi di respirare aria. Il choana in Eusthenopteron ha conferito la stessa abilità? Impossibile sapere con certezza, ma è molto probabile che l’animale avesse i polmoni, così come altri gruppi come i dipnoi.
Dente Labyrinthodontingrandimento (84 kb)Le pinne mediane di Eusthenopteron sono facilmente riconoscibili per la loro forma a vela appuntita e sono posizionate molto indietro sul corpo, che è tipico nei pesci osteolepiformi. Queste pinne hanno permesso al pesce di accelerare rapidamente e quindi sorprendere la sua preda.
La testa di Eusthenopteron mostra un modello complesso di ossa dermiche. Piccoli denti adornano i bordi delle mascelle superiore e inferiore, mentre le zanne pronunciate sono cresciute un po ‘ più indietro nella bocca. Era evidentemente un predatore, un fatto che è dimostrato anche direttamente dalla presenza di pesci interi, a volte anche compagni della propria specie, ancora nell’addome di alcuni esemplari.
Ossa della pinna pettorale di EusthenopteronIngrandimento (24 kb)I profili aerodinamici di questo pesce possono raggiungere più di un metro di lunghezza, ma gli esemplari sono di tutte le dimensioni, alcuni lunghi solo 2,7 cm, il che ha permesso un’indagine esaustiva sulla sua crescita. Gli studi hanno stabilito che ha subito almeno due tipi di “scatti di crescita” durante la sua vita, durante i quali è stata accelerata l’ossificazione di varie parti del suo scheletro.
Soprannominato il “Principe di Miguasha”, Eusthenopteron foordi è stato ambasciatore del sito nel mondo per più di un secolo.

Il principe di Miguasha

Descrizione dell’immagine
Produzione giapponese di un film d’animazione in 3D che mostra un Eusthenopteron nuotare sott’acqua e nutrirsi di pesci e poi alzare la testa sopra l’acqua.

Nota: Per una migliore visualizzazione di questo sito, avrai bisogno di questi plugin:
Quicktimelogo Scarica QuickTime

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.