Fact Sheet: Benefits of Food Biotechnology

Con una popolazione globale in continua crescita e l’aumento dei prezzi dei prodotti alimentari, il compito di nutrire il mondo sta per diventare più impegnativo ed è solo uno dei motivi per capitalizzare i benefici della biotecnologia. La biotecnologia alimentare può aiutarci ad affrontare questa sfida. L’uso di piante biotech può produrre più cibo su meno terreni, riducendo la quantità di colture perse per malattie e parassiti. Può ridurre le emissioni di CO2 derivanti dal processo di coltivazione, la quantità di pesticidi utilizzati per produrre alimenti e, in futuro, la quantità di acqua necessaria per coltivare le colture. I ricercatori sono anche continuamente alla ricerca di modi in cui possono migliorare il valore nutrizionale degli alimenti. Questa scheda esaminerà in che modo la biotecnologia contribuisce a questi benefici e cosa significano per l’ambiente, il consumatore e l’agricoltore.

Che cos’è la biotecnologia alimentare?
La moderna biotecnologia alimentare aumenta la velocità e la precisione con cui gli scienziati possono migliorare i tratti alimentari e le pratiche di produzione. Per secoli prima dello sviluppo di questa tecnologia, gli agricoltori hanno speso generazioni incrociando piante o animali per ottenere i tratti benefici specifici che stavano cercando ed evitare i tratti che non volevano. Il processo non solo ha richiesto molto tempo e sforzi, ma il risultato finale è stato tutt’altro che garantito. Oggi, la biotecnologia alimentare utilizza la conoscenza della scienza delle piante e della genetica per promuovere questa tradizione. Attraverso l’uso della moderna biotecnologia, gli scienziati possono spostare i geni per tratti preziosi da una pianta all’altra. Questo processo si traduce in benefici ambientali ed economici tangibili, che vengono trasmessi all’agricoltore e al consumatore1.

La biotecnologia agricola favorisce l’ambiente
La protezione dell’ambiente è un settore in cui la biotecnologia svolge un ruolo importante. Gli scienziati stanno utilizzando la biotecnologia per migliorare il processo di produzione degli alimenti al fine di renderli più rispettosi dell’ambiente. Ad esempio, alcuni alimenti biotech sono progettati per essere resistenti a parassiti e malattie. Ciò consente agli agricoltori di utilizzare meno sostanze chimiche, come pesticidi ed erbicidi, pur mantenendo un raccolto sano e ad alto rendimento. La riduzione dell’uso di sostanze chimiche è benefica per l’acqua e la fauna selvatica, nonché per quei consumatori che potrebbero preoccuparsi di ingerire sostanze chimiche quando mangiano frutta e verdura.

Un altro importante vantaggio delle colture biotech è che richiedono meno lavorazione, o aratura, per controllare le erbacce poiché molte sono modificate per essere intrinsecamente resistenti agli erbicidi, che possono essere utilizzati in modo più selettivo. L’uso della lavorazione di conservazione, dove gran parte o tutto il residuo del raccolto è lasciato nel campo e la lavorazione è ridotta o eliminata, contribuisce a conservare l’acqua dalla pioggia e dall’irrigazione, aumenta l’assorbimento di acqua, limita l’erosione e la compattazione del suolo e crea il suolo più sano. Tutti questi benefici aiutano a massimizzare i raccolti e ridurre al minimo l’uso dell’acqua2. Inoltre, la lavorazione conservativa rilascia meno anidride carbonica, o CO2, nell’ambiente rispetto alla lavorazione convenzionale e aiuta a sostenere habitat benefici per insetti, uccelli e altri animali3. Infine, la biotecnologia può contribuire a limitare la deforestazione. Ciò è dovuto al fatto colture biotech producono maggiore resa e quindi richiedono meno superficie per produrre la stessa quantità di prodotto. Inoltre, i ricercatori stanno lavorando su tratti di crescita modificati, come la resistenza alla siccità, per aiutare a coltivare cibo in aree meno arabili.

La biotecnologia agricola offre vantaggi per i consumatori ora e in futuro
La biotecnologia alimentare può avvantaggiare il consumatore in due modi principali: aiutando a coltivare più cibo su meno terreni e attraverso nuovi alimenti nutrizionalmente migliorati. A partire da luglio 2008, oltre venti diversi prodotti biotech alimentari erano sul mercato e numerosi altri erano in fase di sviluppo. La maggior parte dei prodotti attualmente disponibili ha modificato i tratti di crescita, come la resistenza ai parassiti e alle malattie, che possono aiutare a prevenire la perdita del raccolto e quindi aiutare a coltivare più cibo.

Nutritionally enhanced biotech food è attualmente un’importante area di ricerca che ha già prodotto alcuni prodotti promettenti. Gli esempi includono oli da cucina con profili unici di acidi grassi e meno dell’uno per cento di grassi trans e mais con concentrazioni più elevate di aminoacidi, alcuni oli e minerali ideali per l’alimentazione animale. Inoltre, molti prodotti in fase di sviluppo vengono progettati per conferire benefici nutrizionali, come il nuovo “riso dorato” che contiene beta-carotene e ferro aggiunti. Gli scienziati stanno conducendo ricerche sui modi per produrre alimenti, come soia e arachidi, con meno allergeni rimuovendo le proteine incriminate che causano la maggior parte delle reazioni allergiche nelle persone. Anche in fase di sviluppo sono frutta e verdura con livelli più elevati di nutrienti, come vitamine, minerali e proteine4. Questi alimenti biotech di seconda generazione promettono di fornire ai consumatori prodotti che rimangono freschi più a lungo, contengono meno allergeni e hanno livelli più elevati di grassi sani, come gli acidi grassi omega-3, pur avendo i tratti di crescita di prima generazione, che danno origine a colture resistenti e ad alto rendimento.

I consumatori sarebbero propensi a mangiare cibi biotech? Secondo Biotechnology 2008 Biotecnologie alimentari: Uno studio delle tendenze dei consumatori statunitensi, la maggior parte (53 per cento) dei consumatori hanno impressioni neutre di biotecnologie vegetali. La maggioranza acquisterebbe alimenti prodotti attraverso la biotecnologia per benefici specifici, tra cui la fornitura di grassi più salutari (78 per cento), come Omega-3, riducendo trans (76 per cento) e grassi saturi (75 per cento); e rendendo gli alimenti un sapore migliore o più fresco (67 per cento).

Vantaggi della biotecnologia agricola L’agricoltore
La biotecnologia agricola ha un impatto positivo sul benessere degli agricoltori sia negli Stati Uniti che nei paesi in via di sviluppo. Le colture biotecnologiche consentono agli agricoltori di beneficiare economicamente e, allo stesso tempo, consentono agli agricoltori di coltivare colture in modo più sostenibile. Con l’aumento dei prezzi dei prodotti alimentari e una popolazione globale in crescita, l’aumento dei raccolti forniti attraverso la biotecnologia agricola fornisce importanti benefici economici, sociali e ambientali. Uno studio pubblicato nel 2005 dal National Center for Food and Agricultural Policy ha rilevato che le piante biotech migliorate per resistere agli erbicidi e agli insetti hanno aiutato gli agricoltori statunitensi a ridurre i loro costi di produzione annuali di $1.4 miliardi, contribuendo ad un aumento degli utili netti di $2 miliardi5. Varietà di colture biotech progettate per prosperare anche se coltivate in condizioni difficili, come il caldo o il freddo, le inondazioni o la siccità, e terreni con alti livelli di sale o metalli consentono agli agricoltori di sperimentare un tasso ridotto di perdite di colture durante situazioni, come una siccità, che storicamente hanno preso enormi pedaggi finanziari sugli agricoltori.

Nei paesi in via di sviluppo, la Banca mondiale stima che oltre la metà della forza lavoro sia impiegata nel settore agricolo6. I raccolti più elevati possono aumentare i redditi degli agricoltori poveri e nutrire più persone in questi paesi. Le sementi biotech consentono agli agricoltori di aumentare la loro produttività agricola e fornire un raccolto di qualità superiore, che a sua volta si traduce in redditi più elevati. Questo ciclo porta in ultima analisi a un approvvigionamento alimentare più coerente che aiuta a stimolare le economie locali. Ad esempio, il cotone biotech resistente all’insetto bollworm spesso devastante ha raccolto il 29% in India e ha contribuito a un aumento del 78% del reddito per molti degli agricoltori più poveri del paese7.

La capacità di coltivare più colture biotech su una superficie inferiore aiuta anche gli agricoltori ad essere buoni amministratori della terra. La riduzione dell’aratura resa possibile dalla biotecnologia consente agli agricoltori di ridurre significativamente l’uso di carburante e di ridurre le emissioni di gas serra. Gli studi dimostrano che le colture biotech hanno salvato gli agricoltori 441 milioni di galloni di carburante attraverso operazioni di carburante ridotti-che a sua volta ha portato ad eliminare quasi 10,2 milioni di chili di emissioni di anidride carbonica dal 1996. Ciò equivale a rimuovere quattro milioni di automobili dalla strada in un anno8.

Guardando al futuro degli alimenti Biotech
Nel corso degli anni gli atteggiamenti nei confronti degli alimenti biotech sono gradualmente diventati più favorevoli man mano che le persone si rendono conto dei benefici ambientali, economici e nutrizionali che possono conferire e riconoscono la sicurezza di questi prodotti alimentari rispetto alla salute umana e all’ambiente. Inoltre, nonostante la riluttanza occasionale da parte di alcuni gruppi ambientalisti, le crescenti richieste di cibo e biocarburanti in tutto il mondo stanno accelerando la più ampia accettazione degli alimenti biotech sul mercato. Come sempre più prodotti realizzati attraverso la biotecnologia sono approvati per la vendita, eventuali stimmi legati alla biotecnologia continuano a diminuire, come aumenta la consapevolezza e consumatori raccogliere i frutti di queste colture e alimenti potenziati.

Per Ulteriori Informazioni sulle Biotecnologie Alimentari, Visitare:

  • FDA del Centro per la Sicurezza Alimentare & Nutrizione Applicata http://www.cfsan.fda.gov/
  • Animal USDA & Plant Health Inspection Service http://www.aphis.usda.gov
  • Agenzia per la Protezione Ambientale http://www.epa.gov
  • Domande E Risposte sulle Biotecnologie Alimentari
  • Biotecnologie Alimentari: Migliorare la nostra offerta alimentare
  • Food Biotechnology Backgrounder
  • Cosa c’è a pranzo?”Video
  • Fact Sheet on Common Food Production Practices
  • Fact Sheet: Sustainable Agriculture: Can Biotechnology Play a Role?

1. Consiglio internazionale dell’informazione alimentare. Biotecnologie alimentari: migliorare la nostra offerta alimentare. Washington, D. C., luglio 2004

2. Fawcell, Richard e Dan Towery, “Conservation Tillage and Plant Biotechnology”, Conservation Technology Information Center (2002), p. 14.

3. Ibid, pagina 1 per i benefici per la fauna selvatica; pagine 9-10 per la riduzione di CO2; http://www.whybiotech.com/resources/factsheets_drought.asp. Accesso 9/8/08.

4. Canadian Produce Marketing Association. Biotecnologie e alimenti geneticamente modificati. 2004-2008.

5. Sankula, Sujatha. 2006. Quantificazione degli impatti sull’agricoltura statunitense delle colture derivate dalla biotecnologia piantate nel 2005 (Executive Summary), National Center for Food and Agricultural Policy.Economia.

6. Consiglio internazionale dell’informazione alimentare. Cibo & Biotecnologie agricole: impatti sulla salute nei paesi in via di sviluppo. Washington, DC Novembre 2007 https://foodinsight.org/Resources/Detail.aspx?topic=Food_Agricultural_Biotechnology_Health_Impacts_in_Developing_Nations_CPE_Program

7. James, C. 2004. Anteprima: Stato globale delle colture transgeniche commercializzate: 2004. Slip ISAAA n. 32. ISAAA: Ithaca, NY.

8. Brookes, Graham. 2006. Impatto globale delle colture biotech: effetti socio-economici e ambientali nei primi dieci anni di utilizzo commerciale. PG Economia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.