Giornata Internazionale del cioccolato: questi sono i paesi con il miglior cioccolato del mondo

Questo 13 settembre il mondo rende omaggio al cioccolato, il cibo derivato dal cacao. Perché questo giorno è celebrato? Forse ricorderai con grande simpatia Willy Wonka, il personaggio interpretato da Johnny Deep nel film per bambini “Charlie and the Chocolate Factory”.

Il 13 settembre corrisponde alla data di nascita di Roald Dahl, autore della storia; per questo motivo, in omaggio e commemorazione si celebra la Giornata Internazionale del Cioccolato.

Tra le tante curiosità che ruotano attorno al cioccolato, una di queste è che, anche se sembra difficile da credere, la più grande produzione di cacao al mondo è sviluppata dal piccolo paese africano della Costa d’Avorio. I tassi di produzione qui raggiungono il 40% del cioccolato totale nel mondo.

Ecco alcuni dei luoghi da non perdere se sei un chocoaholic:

Svizzera

Dobbiamo molto a questo paese. Soprattutto i grandi marchi di cioccolato che ci fanno sospirare nei negozi: Tobletone, Swiss Army, Cailler de Nestrlé, Lindt e Glando.

La Svizzera è conosciuta e riconosciuta in tutto il mondo per la produzione di cioccolatini e cioccolatini con un alto livello di qualità… e naturalmente un ottimo sapore senza eguali. Questo paese montuoso situato nell’Europa centrale ha iniziato la produzione di cacao e cioccolato intorno agli anni corrispondenti al XVII secolo.

Un fatto curioso e sorprendente è che gli abitanti della Svizzera mangiano circa 18 kg di cioccolato all’anno.

Belgio

Forse dovremmo anche ringraziare un po ‘ il Belgio: hanno ripreso l’invenzione del cioccolato ripieno. Entro l’anno 1912, un uomo di nome Jean Neuhaus produceva cioccolato in stile pralino con mandorle o nocciole e il mondo impazziva per quanto fosse ricco.

Il Belgio è un paese che produce circa 220 tonnellate di cioccolato all’anno, gran parte di esso è destinato alla vendita nei negozi aeroportuali.

Danimarca

Se si potesse ben dire che questo paese non si distingue principalmente per la produzione di cioccolato, questo è uno dei luoghi con la più grande produzione al mondo e dove è possibile trovare alcuni dei marchi più famosi. Il Bounty, Snickers, Mars e Twix, tra gli altri, sono nati in Danimarca.

Perù

Sebbene i paesi europei traggano vantaggio dalla lavorazione del cioccolato, l’America Latina conserva una quota significativa nella piantagione di cacao.

Nel 2015, il Perù ha ricevuto il premio best chocolatier alla cerimonia di premiazione internazionale del cioccolato. Il risultato è stato per il marchio di cioccolato peruviano Cacaosuyo, un riferimento nell’elaborazione con prodotti biologici.

Italia

Come abbiamo detto, ogni paese era responsabile di dare un tocco distintivo alla propria produzione di cioccolato: ad esempio, l’Italia sarebbe stato il punto di riferimento nella produzione di barrette di cioccolato.

Con un alto livello di eccellenza e numerose produzioni di cioccolato, qui puoi trovare marchi eccezionali come Amedei, Venchi, Perugina Sutti. E un punto a parte nella storia per citare il marchio Ferrero Rocher, il più conosciuto al mondo che ha la sua origine in Italia.

L’Università situata a Oxford, una città universitaria situata in Inghilterra, risale alle sue origini e alla sua fondazione nel 1096, rendendolo l’università più antica del mondo.

I livelli di eccellenza nell’insegnamento accademico e il potenziale di studenti e professionisti hanno guadagnato a posizionarsi come la migliore università del mondo secondo varie classifiche internazionali. Infatti, per ottenere l’ammissione all’Università di Oxford, è un requisito per passare l’ammissione, questo processo è molto rigoroso e consiste nella valutazione dei meriti accademici e del potenziale presentato dal candidato candidato. Continua a leggere …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.