Montauk Fort Acqua di Stagno Nominale “Nocive”

Tre giorni dopo la East Hampton Città ha tenuto la sua prima Eco Fiera, la città consiglio ha esaminato una serie di iniziative ambientali intraprese dalle Risorse Naturali Dipartimento e sentito un appello urgente per cercare una sovvenzione che possa finanziare un programma pilota volto a ripristinare Fort Pond a Montauk, la quale, è stato detto, “è letteralmente morendo.”

Laura Tooman, presidente dei cittadini interessati di Montauk, ha detto al consiglio nella sua riunione di martedì che “significativi problemi di afflusso di nutrienti” erano dietro le fioriture di cianobatteri che hanno sporcato Fort Pond nelle ultime estati. Mentre le azioni per prevenire gli ingressi di azoto e fosforo sono in corso-tra cui l “acquisto community preservation fund di proprietà litorale e l” installazione di sistemi settici innovativi, come recentemente accaduto al Surf Lodge — uno sforzo bioestrazione, simile a un progetto esistente nel porto di Accabonac, Sorgenti, potrebbe aiutare, lei disse.

Lo stagno sta morendo, la signora Tooman ha detto al consiglio, “al punto in cui è dannoso avvicinarsi o nuotare nell’acqua.”Ha proposto una serie di” isole galleggianti”, descritte come stuoie a cui sono apposte piante che consumano sostanze nutritive. Dopo una stagione di crescita, ” Li togli completamente dal sistema e puoi compostarli. Sarebbe bello portarli al Montauk Community Garden, un bel piccolo cerchio proprio a Montauk.”

L’anno scorso, i fiduciari della città hanno approvato una richiesta di Cornell Cooperative Extension per installare 30 telai metallici apposti con alghe native nel porto di Accabonac, dove i fiduciari hanno giurisdizione. Lo scopo era quello di studiare la fattibilità di rimuovere l’eccesso di azoto posizionando e quindi rimuovendo le macroalghe che lo assorbono. “Hai avuto una crescita enorme” delle macroalghe, un’indicazione di successo, Kim Shaw, direttore delle risorse naturali, ha detto più tardi. I funzionari della C. C. E. hanno raccolto e analizzato le alghe e presto presenteranno le loro scoperte, ha detto.

Come proprietario, la città deve essere un co-richiedente per una sovvenzione, ha detto la signora Tooman, e una domanda deve essere presentata alla contea di Suffolk entro giugno 18. La città dovrebbe cercare $27.000 per il programma pilota, ha detto. Il programma sarebbe iniziato l’anno prossimo.

“C. C. O. M. si impegna a contribuire a finanziare l’installazione e la manutenzione di questi , anche in futuro”, ha detto la signora Tooman. Le stuoie, che sarebbero ancorate al fondomland, sarebbero state rimosse dopo l’estate e riutilizzate negli anni successivi. Un chiosco educativo per spiegare il programma potrebbe essere costruito a Kirk Park, all’estremità meridionale dello stagno, ha suggerito.

Le osservazioni della signora Tooman sono arrivate nel bel mezzo di una panoramica del Dipartimento delle Risorse naturali, in cui la signora Shaw ha delineato una serie di progetti di bonifica che stanno andando avanti con l’aiuto di diverse sovvenzioni.

La stabilizzazione della costa, un bioswale, la rimozione delle phragmites e il ripristino dell’habitat nello stagno di Pussy’s in Springs hanno portato un ritorno di menhaden e nessuna fioritura algale. “La qualità dell’acqua è migliorata enormemente”, ha detto la signora Shaw. Anche i giardini di pioggia devono essere installati lì.

La città utilizzerà l’acquisizione del fondo di conservazione della comunità di proprietà a 36 Gann Road per mostrare iniziative ecocompatibili come la pavimentazione permeabile, un bioswale, un aggiornamento del sistema settico e giardini nativi. È anche per ospitare l’incubatoio di molluschi della città, che si trova attualmente a Montauk, e per essere utilizzato per presentazioni “verdi” alla comunità.

SM. Shaw ha descritto altri sforzi per “ammorbidire” superfici impermeabili, come parcheggi, con materiali permeabili, e discusso la costruzione di bioswales e giardini di pioggia, e revegetating terra per assorbire le acque piovane, in luoghi tra cui Lake Montauk, Accabonac Harbor, e Bay Street a Sag Harbor. I funzionari di estensione Cornell, ha detto, sono stati utili per identificare le aree di maggior flusso di azoto, per consentire il trattamento giusto nel posto giusto.

Il dipartimento lavora anche per proteggere i siti di nidificazione degli uccelli marini in via di estinzione e sta lavorando con la divisione vector control del Dipartimento dei lavori pubblici della Contea per monitorare le paludi nella speranza di ridurre l’applicazione del metoprene, un larvicida per zanzare. Un programma pilota nel porto di Accabonac lo scorso anno ha portato ad una significativa riduzione dell’uso: l’applicazione di metoprene è sceso del 50 per cento e una superficie di spruzzo di 195 acri è stata ridotta a 95 acri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.