Privazione alimentare

Valutazione | Biopsicologia / Comparativa / Cognitiva / Evolutiva / Lingua / Differenze individuali / Personalità / Filosofia / Sociale /
Metodi | Statistiche | Articoli clinici | educativi |industriali / professionali |Psicologia del mondo /

Psicologia cognitiva:Attenzione * Processo decisionale * Apprendimento * Giudizio * Memoria * Motivazione * Percezione * Ragionamento * Pensiero – Processi cognitivicognizione-OutlineIndex

Questo articolo ha bisogno di attenzione da parte di uno psicologo/esperto accademico sull’argomento.
Si prega di aiutare a reclutare uno, o migliorare questa pagina da soli se si è qualificati.
Questo banner appare su articoli che sono deboli e il cui contenuto dovrebbe essere affrontato con cautela accademica

La privazione alimentare è la restrizione del libero accesso al cibo, in particolare in contesti sperimentali in cui viene utilizzata come tecnica per manipolare gli organismi per lavorare per ricompense e per stabilire livelli di motivazione.

In un contesto più ampio la privazione alimentare può portare a fame, fame , carenze nutrizionali e malnutrizione con ampi impatti sul funzionamento cognitivo.

Carestia e fame

File: moneta commemorativa da€2 Italia 2004.jpg

Moneta commemorativa italiana da €2 del 2004 per celebrare il Programma Alimentare Mondiale

La privazione del cibo porta alla malnutrizione e alla fame. Questo è spesso collegato alla carestia, che comporta l’assenza di cibo in intere comunità. Ciò può avere un effetto devastante e diffuso sulla salute umana e sulla mortalità. Il razionamento è talvolta usato per distribuire cibo in tempi di carenza, in particolare durante i periodi di guerra.

La fame è un problema internazionale significativo. Circa 815 milioni di persone sono denutrite e oltre 16.000 bambini muoiono al giorno per cause legate alla fame. La privazione del cibo è considerata come un bisogno di deficit nella gerarchia dei bisogni di Maslow e viene misurata usando scale di carestia.

Vedi anche

  • Avitaminosi (carenza di vitamina)
  • Diete
  • Privazione
  • l’assunzione di Cibo
  • preferenze Alimentari
  • la sicurezza Alimentare
  • Stimolo privazione
  • Food and Agriculture Organization delle Nazioni Unite. Lo stato di insicurezza alimentare nel mondo 2005. . Estratto da http://www.fao.org/docrep/008/a0200e/a0200e00.htm su 2006-09-29.
  • Howe, P. e S. Devereux. Carestia Intensità e scale di grandezza: Una proposta per una definizione strumentale di carestia. 2004.
  • Messer, Ellen; Derose, Laurie Fields e Sara Millman. Chi ha fame? e come lo sappiamo?: Carenza di cibo, povertà e privazione. United Nations University Press, 1998. ISBN 92-808-0985-7.
  • Organizzazione Mondiale della Sanità. Database globale dell’OMS sulla crescita infantile e la malnutrizione. Estratto da http://www.who.int/nutgrowthdb/en/ su 2006-09-29.
  • Citare errore: Tag <ref> non valido; non è stato fornito alcun testo per i refs denominati Messer
  • Organizzazione Mondiale della Sanità
  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.