Sette cose che non sapevi di Esperanza Spalding

Per la sua 13a edizione, il Dubai Jazz Festival è tornato dove era iniziato. Lanciato come evento di tre giorni a Dubai Media City nel 2003, il festival si è notevolmente ampliato nel corso degli anni, con le ultime tre edizioni che offrono maratone musicali di otto e nove giorni a Festival City.

Ma il 2015 segna un ritorno a casa, di nuovo a Media City. È anche un affare notevolmente snello, con solo tre giorni di concerti. Manca anche in azione è il secondo Jazz Garden stage, che ha mostrato la musica che si potrebbe effettivamente etichettare come jazz.

Ma i promotori Chillout Productions non hanno certo lesinato sui nomi delle star, con tre headliner assolutamente massicci. Chiacchieriamo con l’atto jazziest sul disegno di legge di gran lunga, Esperanza Spalding.

Sette cose che potresti non sapere su Esperanza Spalding

Fondendo elementi di funk, soul e musica latina, Spalding è una delle più grandi stelle del jazz moderno, un incendiario bassista elettrico e contrabbassista e un cantante di talento che ha contribuito a riportare il genere alla ribalta con il successo crossover Radio Music Society. Ecco cosa devi sapere.

1. Lei è stato consegnato il primo dei suoi quattro Grammy, come Miglior nuovo artista nel 2011, da nessun altro che John Legend.

“È meraviglioso. Mi ha consegnato il mio Grammy – Ho avuto modo di tenerlo e tutto, ” lei dice. “Piuttosto selvaggio, giusto? Mi piace molto. Questo festival è un disegno di legge meraviglioso-potrei provare a intrufolarmi per lo spettacolo Sting.”

2. Nel 2009, Barack Obama ha scelto personalmente Spalding per esibirsi a Oslo alla sua cerimonia del premio Nobel per la pace.

“Barack Obama – c’è come il politico, e la persona, e mi piace molto. Certo, è ovviamente un personaggio più grande della vita, l’uomo dentro tutta la tempesta intorno a lui come politico, un presidente – ma la persona che è è davvero cool e sono davvero contento di aver avuto molte opportunità di connettersi con quella persona.”

3. Canta in diverse lingue.

” La cosa più difficile di cantare in un’altra lingua è l’immaginario poetico. Le parole non hanno la stessa associazione di un madrelingua, quindi può essere un po ‘ complicato credere davvero e vedere cosa stai cantando. Mi sento sicuramente come lo spagnolo, il francese e il portoghese si sentono più musicali, a causa della forma della tua bocca quando stai facendo le parole – ma poi l’opera è in tedesco, quindi hey.”

4. Prince è un amico personale, che ha invitato Spalding ad aprire per lui e jam sul palco.

“Prince is No 1-cosa posso dire? Prince è come il musicista popolare a tutto tondo, è il maestro di quel mestiere di gran lunga. Ed è curioso di tutto, dalla scienza alla dieta alla musica alla storia alle culture, alle lingue – è davvero interessante vedere come si piega nella sua musica e nella sua performance.”

5. Album numero cinque è impostato per cadere nel mese di agosto – ma è top secret.

“Non voglio che nessuno faccia ipotesi. Voglio che sia ascoltato e visto, e poi le persone possono capirlo da soli. È come la mia Athena-ognuno ha un’Athena in loro, come Zeus ha fatto – e questo progetto è molto personale per me.”

6. Lei potrebbe essere stato il più giovane insegnante mai al incredibilmente influente, jazz-centric Berklee College of Music, all ” età di soli 20.

” Potrebbe essere un legame tra me e Pat Metheny. Insegnamento c’è stata una delle più grandi lezioni nell’articolare il processo dell’insegnante interiore. Tutti noi ce l’abbiamo, questa capacità di guardare qualcosa che non è completo e capire come stiamo andando a mettere le parti di nuovo insieme per essere meglio di quanto inizialmente erano.”

7. Una sera dopo il suo concerto a Dubai, Spalding apparirà con la leggenda del jazz Wayne Shorter al Lotos Jazz Festival in Polonia.

“È così meraviglioso, è uno su un miliardo, ed è così surreale essere associato a lui, conoscerlo, essere così vicino alla sua musica. Fuori dal palco è una luce-divertente, così intelligente, estremamente perspicace – e disponibile. Fa sempre riferimento a musica, film, libri e scrittori – ho sempre un blocco note nelle vicinanze e torno a casa e ho una lista di tutti questi riferimenti che voglio controllare. E ‘ un’enciclopedia delle arti.”

• Esperanza Spalding si esibisce venerdì 27 febbraio alle 21

[email protected]

Aggiornato: 22 febbraio 2015 04:00 AM

CONDIVIDI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.