The Witcher Season 2 Perde l’attore Eskel Thue Rasmussen

The Witcher di Netflix ha perso un witcher significativo prima della stagione 2, poiché l’attore Eskel Thue Rasmussen ha lasciato lo show a causa di scontri di programmazione. Basato sull’omonima serie di romanzi fantasy dello scrittore polacco Andrzej Sapkowski, The Witcher di Netflix è un saggio d’azione e avventura creato da Lauren Schmidt Hissrich. Lo spettacolo racconta le vite di Geralt di Rivia (Henry Cavill), la principessa ereditaria Ciri (Freya Allan) e la maga Yennefer di Vengerberg (Anya Chalotra) prima in diversi punti nel tempo in cui viene esplorato il passato impressionabile di ogni personaggio. Entro la fine della stagione 1, si incontrano in una singola linea temporale in cui affrontano gli invasori di Nilfgaard.

Continua a scorrere per continuare a leggere Fai clic sul pulsante qui sotto per iniziare questo articolo in vista rapida.

Nel febbraio 2020, è stato annunciato che Thue Rted Rasmussen si sarebbe unito a The Witcher season 2. Rasmussen è stato impostato per svolgere il ruolo di Eskel, un witcher della Scuola del Lupo, che è stato mentore di Vesemir a Kaer Morhen. Anche se Eskel è un guerriero gentile e appassionato, che condivide un cameratismo fraterno con Geralt, viene spesso scambiato come un mostro a causa delle cicatrici terrificanti sul suo volto. Nei romanzi, Eskel allena Ciri nonostante il suo scetticismo iniziale. Ma alla fine cresce diffidente della sua salute come lei inizia a ricevere stupors dopo che inavvertitamente sorseggia qualche Gabbiano bianco. Eskel è apparso in tutti i principali videogiochi di The Witcher, e apparirà anche nello spettacolo Netflix, anche se il ruolo dovrà essere rifuso prima.

Thue Rasmussen ha confermato martedì, in un post su Instagram, che non interpreterà Eskel nella stagione 2 di The Witcher. Rasmussen ha rinunciato alla web serie polacco-americana a causa di conflitti di calendario. Quando Rasmussen è stato portato a bordo per The Witcher, ha avuto la sua agenda senza soluzione di continuità tracciato fuori. Ma sulla scia della pandemia di Covid-19, i suoi altri progetti sono stati riprogrammati, il che ha creato scontri con il calendario di produzione di The Witcher. “Purtroppo, a causa della riprogrammazione a causa di Covid-19, non ritrarrò Eskel in The Witcher”, ha scritto Rasmussen su Instagram.”È straziante, ovviamente, ma mi sento per lo più felice e grato per i giorni che ho dovuto trascorrere sul set all’inizio di quest’anno.”

I creatori di Netflix e The Witcher devono ancora annunciare l’uscita di Rasmussen dalla serie. Rasmussen ha chiarito nel suo post Instagram che aveva girato alcune scene per The Witcher stagione 2 prima di lasciare la serie. Quindi i ritardi di produzione sono piuttosto imminenti, poiché la serie dovrà riprendere le scene già girate con Rasmussen. Mentre l’ex attore Eskel trova la sua partenza dalla serie straziante, è grato di aver almeno avuto l’opportunità di lavorare su un progetto stimolante.

Fornito il significato narrativo di Eskel nella trama imminente di The Witcher, avrà senso solo per Netflix rifondere il personaggio. E poiché la produzione per The Witcher season 2 è già in corso, la serie dovrà accelerare il suo processo di fusione. Gli showrunner potrebbero essersi già avvicinati ad altri artisti per interpretare l’affidabile witcher, e ora stanno aspettando che un nuovo attore firmi la linea tratteggiata prima di poter pubblicare un comunicato stampa che annuncia lo shake-up del cast. La partenza di Rasmussen dalla serie è davvero devastante, ma i fan possono contare sull’occhio percettivo dei creatori della serie che il loro nuovo Eskel sarà altrettanto buono di quello originale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.